Campo dei Miracoli


Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

Il centro sportivo: la bellezza nella periferia

Legno, argilla, canapa, canniccio, pannelli solari, geotermia: nel Campo dei Miracoli non c'è cemento. Il campo di calcio è realizzato con materiale biodegradabile e commestibile: non c'è plastica.

lL Campo dei Miracoli-Valentina Venanzi è la prima sede di Calciosociale in Italia. Si distingue per essere un centro polifunzionale innovativo, ricostruito secondo le migliori soluzioni di Bioarchitettura ed è riconosciuto come il primo esperimento di Architettura Sociale in una periferia romana. La sua sede è a Corviale, nel Municipio XI, in via di Poggio Verde 455.

La rilevanza del progetto consiste in un intervento di riqualificazione urbana a carattere sportivo-sociale, che mira a ricreare una ricucitura del tessuto urbano compreso tra il blocco principale del complesso di Corviale e le aree verdi circostanti. 

 Tale progetto di ristrutturazione rispecchia i principi e i valori della comunità legata al progetto Calciosociale e perqueste caratteristiche architettoniche all'avanguardia, il Campo dei Miracoli è inserito nell' Open House Roma, ilgrande festival internazionale di architettura, sviluppato in 4 continenti e 20 città come Londra e New York, che apregratuitamente le porte ai cittadini, di centinaia di edifici notevoli per le peculiarità architettoniche e artisticheproponendo visite guidate ed eventi speciali. L'inserimento del Campo dei Miracoli nel tour Open House è stato uno deigrandi riconoscimenti ricevuti, insieme al Premio per lo sviluppo ecosostenibile, nella fiera internazionaleEcomondo, destinato ai progetti che si siano particolarmente distinti per impegno innovativo ed efficacia dei risultatiper uno sviluppo sostenibile, nonché per le start-up dedicate alla produzione di beni e servizi della green economy.

 

I campi da calcio ecosostenibili

Sono i migliori campi di tutta Italia, un brevetto Limonta sperimentato per prima volta dal Milan a Milanello, totalmente eco-sostenibile e naturale con intaso in sughero, cocco e olio di Lino.

Palestra

La palestra è stata ricoperta con parquet di faggio naturale con prestazioni tecnico sportive di livello agonistico internazionale, le barriere architettoniche sono state abbattute permettendo il completo accesso ai disabili e la possibilità di svolgere sport paralimpici.

Il tetto di scorze d'albero

Orgoglio e anima del Campo dei Miracoli è il tetto della palestra ,interamente ricoperto da 5000  scorze d'albero. La scorze, cioè lo scarto del legno, generalmente utilizzata per camini e stufe, scortecciate, frollinate e verniciate, costituiscono oggi  il primo tetto al mondo di scorze d'albero. Ogni corteccia è stata lavorata dalle comunità terapeutiche che partecipano al Calciosociale, dai ragazzi, dai bambini, dai volontari e dagli stessi abitanti del Serpentone. Ogni scorza simboleggia una di quelle persone. Ognuna diversa dall’altra ma che insieme concorrono a creare una perfetta unità. Sono la cura e la dedizione che hanno trasformato il legno scartato in opera d'arte, la cura e la dedizione che permetto a un ragazzo disabile di vincere una partita in un calcio dove "vince solo chi custodisce" come recita il nostro slogan. E' la tenacia del sogno che ci ha spinti a ricoprire un tetto di cemento grigio di 900 mq con il legno, con mesi e mesi di lavoro.


Il tetto di scorze  è l'anima del nostro centro: gli abitanti del quartiere si sentono parte di una riqualificazione che hanno contribuito loro stessi a creare. Sono parte di luogo che per tanti anni glie è stato sottratto ma che oggi possono chiamare casa. Il centro sportivo "Campo dei Miracoli -centro Valentina Venanzi" sarà un posto dove tutti saranno accolti e potranno trovare aiuto e supporto.  Un centro a loro dedicato dove le diverse esigenze delle diverse persone troveranno una risposta

SPONSOR


La ristrutturazione è stata  resa possibile dal contributo della Fondazione Vodafone, Poste italiane, dal sostegno del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, vicino al progetto sin da quando guidava la Provincia di Roma, da Barbara Mezzaroma, dell'impresa Mezzaroma e Figli, daCoca-Cola Italia  e da numerose aziende che sostengono il progetto.